top of page

Oggi, Signori miei, prendo licenza.. Quasi una pagina di diario sul Premio Internazionale Luigi Vanvitelli

Luigi Vanvitelli OINP

di Antonello Calabrese, Presidente di OINP, Giornalista.

 

Nella mia abitudine di giornalista, pur lasciando il giusto spazio al sentire, cerco di rappresentare di ogni evento descrivendone la cronaca fedele, senza lasciarmi prendere troppo la mano dall’emozione.


Oggi, Signori Miei, prendo licenza e, in attesa delle foto ufficiali dell’evento e dell’esatto resoconto della giornata, mi consento di non scrivere da giornalista ma da persona profondamente umana, toccata da una giornata di forte meraviglia.


Non è raro per me presenziare a cerimonie e prendere la parola a nome personale o quale Presidente di OINP, ma alla premiazione del Premio Internazionale Luigi Vanvitelli, la voce mi è tremata.


Ho avuto il privilegio di premiare i Poeti della sezione “Florete Flores”, ragazzi che hanno saputo lanciarsi con coraggio nell’espressione poetica, dimostrando che la poesia è ben viva nei giovani, nonostante il mondo sembri volerli scoraggiare in ogni modo.


Ho conosciuto poeti che, con le loro opere, hanno dato voce a ognuno dei valori sui quali fonda OINP: mi è sembrato di sentire anni di progetti sull’inclusione e l’integrazione sintetizzati in versi.


Ho potuto godere della compagnia di amici di una vita, quali il Giornalista Antonio Dentice, ho apprezzato le parole di sua Eccellenza il Console Avv. Antonio Maione della Repubblica di Colombia e la bravura della Dottoressa Maria Pia Dell’Omo, conduttrice dell’evento e Direttrice del premio, che ha saputo rendere ogni lettura d’opera una performance.


Ho potuto, insieme ad altri, rendere omaggio a mio padre, Angelo Calabrese, Professore, Giornalista e Critico d'Arte, alla cui memoria il premio è intitolato, ricordandone la devozione alle Lettere e alle Arti che, a mia memoria, non è mancata nemmeno un attimo nella sua esistenza.


L’ultima, tra le tante emozioni, è stata leggere la targa che gli organizzatori del premio hanno voluto conferire ad OINP, che recita: “Alla OINP e al suo Presidente, Antonello Calabrese, per aver scelto di intraprendere insieme un percorso che porti l’umanità al centro, attraverso lo strumento potente della cultura e per vicinanza tutta della famiglia Calabrese.


Domani tornerò a scrivere con la mano più ferma; Per stasera, Signori miei, perdonerete l’emozione.

Comments


bottom of page